Quando bisogna cambiare gli iniettori a GPL? - Guida completa

Pubblicato il18/05/2023
Love1

Il GPL è un combustibile ecologico ed economico che può essere usato per alimentare i motori a benzina. Tuttavia, per garantire il corretto funzionamento del sistema a GPL, è necessario effettuare una manutenzione periodica dei suoi componenti tra cui gli iniettori.

Nei motori a combustione interna gli iniettori sono i dispositivi elettromeccanici che convogliano il carburante nelle camere di combustione. Nei motori a GPL la loro funzione è identica, per questo è importante che siano tenuti con cura, così da non penalizzare l’efficienza del motore e l’economia dei consumi. 

La pulizia degli iniettori GPL serve a rimuovere eventuali residui che si formano nel tempo e che possono ostruire le bocchette o alterare il flusso del gas. Una pulizia periodica degli iniettori GPL consente di mantenere le prestazioni del motore, ridurre i consumi e le emissioni e prolungare la vita degli iniettori stessi. In questa guida ti spieghiamo tutto quello che c’è da sapere sugli iniettori a GPL e relativa pulizia.

Cosa sono gli iniettori GPL?

Gli iniettori GPL sono i dispositivi che permettono di iniettare il gas nei cilindri del motore in giusta quantità. Sono collegati al collettore di aspirazione tramite degli ugelli calibrati e sono comandati da una centralina elettronica che regola il comportamento di iniezione in base alle condizioni di marcia.

Gli iniettori GPL devono essere precisi, affidabili, resistenti e soprattutto puliti, in quanto possono essere esposti a possibili impurità presenti nel gas. 

Cosa succede con gli iniettori GPL sporchi?

Gli iniettori GPL possono sporcarsi per diversi motivi. Uno di questi potrebbe essere la scarsa qualità del carburante utilizzato: se nel GPL ci sono delle particelle di sporco queste possono poi accumularsi negli iniettori del GPL, bloccando in parte o del tutto i fori di uscita. In questo modo si avrà una perdita di potenza nel getto di carburante nebulizzato, cosa che ovviamente impatterà anche su consumi e prestazioni.

Meno carburante iniettato significa ridurre la potenza del propulsore e conseguentemente un funzionamento irregolare del veicolo. Anche una mancata pulizia del serbatoio del GPL, del serbatoio del GPL, così come dei filtri posti a monte degli iniettori, può essere una delle cause degli iniettori sporchi. Infine, è molto importante anche controllare lo stato d’usura dell’automobile. Quando viene usata eccessivamente a lungo si accumulano residui e sporcizia negli iniettori a GPL. 

Riassumendo i principali sintomi che inducono a pensare a problematiche relative agli iniettori a GPL sono:

- Difficoltà in fase di avviamento

- Aumento del consumo medio di carburante

- Calo generale delle prestazioni

- Scarsa capacità di reggere i bassi regimi di rotazione

- Funzionamento irregolare ad alti e/o bassi regimi

Iniettori GPL: pulizia o sostituzione? 

Come la maggior parte delle altre componenti meccaniche di un’auto anche gli iniettori del GPL sono soggetti a una “durata”. In poche parole, raggiunto un certo limite di funzionamento, potrebbe risultare necessaria una sostituzione.

Quando si fa il tagliando (che è un check up dello stato di salute dell’auto a cadenzaannuale) avviene anche il controllo degli iniettori. È in quell’occasione che il personaletecnico effettua, se serve, la sostituzione o la pulizia degli iniettori a GPL.

Come buona norma consigliamo di attenersi a quanto riportato sullo specifico libretto di usoe manutenzione dell’impianto GPL.

Quando devo cambiare gli iniettori GPL?

Il cambio degli iniettori GPL è uno di quegli interventi che va fatto solo quando gli iniettori sono danneggiati o usurati e non possono in alcun modo essere riparati o puliti. Il cambio degli iniettori GPL può essere necessario a causa di una cattiva manutenzione del sistema GPL, di una qualità scadente del gas o di un difetto di fabbricazione degli iniettori stessi.

I sintomi che indicano la necessità di cambiare gli iniettori GPL sono simili a quelli che abbiamo elencato sopra dovuti a scarsa pulizia, ma si rivelano molto più insidiosi. Ad esempio si possono verificare difficoltà di avviamento, cali di potenza, aumenti dei consumi, spie luminose accese o errori nella diagnosi elettronica.

Quando va fatta la pulizia degli iniettori GPL?

La pulizia degli iniettori GPL generalmente va fatta ogni 15.000-20.000 km o una volta all’anno, a seconda dell’uso che si fa della vettura e della qualità del gas utilizzato. La pulizia può anche essere effettuata con dei prodotti specifici che vengono inseriti nel serbatoio del gas e che agiscono durante la marcia, oppure con delle macchine apposite che collegano gli iniettori a un circuito di lavaggio. Consigliamo ad ogni modo di attenersi a quanto riportato sullo specifico libretto di uso e manutenzione dell’impianto GPL e di rivolgersi sempre ed esclusivamente a personale autorizzato.

Come si fa la pulizia agli iniettori GPL?

Quando l’auto presenta alcuni dei segnali visti prima è opportuno mettere mano agli iniettori GPL per rimuovere i residui di sporco che si sono accumulati nel corso del tempo. È possibile anche usare additivi specifici, reperibili facilmente in commercio presso le officine autorizzate, che possono essere aggiunti alla benzina per una pulizia costante degli iniettori GPL. Se gli additivi non dovessero bastare, allora è necessario passare alla pulizia manuale degli iniettori GPL

Pulizia manuale:

Nel caso in cui gli additivi non siano la soluzione giusta e il loro uso possa ormai essere insufficiente per il ripristino del corretto funzionamento degli iniettori, potrebbe essere necessario eseguire una pulizia manuale / revisione dei medesimi. In questo caso invitiamo sempre l’utente a non intervenire mai direttamente sui sistemi di alimentazione e di affidare qualsiasi tipo di operazione a personale specializzato.

Per pulire gli iniettori GPL bisogna smontare le guarnizioni con un cacciavite piatto e i filtrini dell’iniettore posti nella parte inferiore. Per il lavaggio vero e proprio occorre immergere gli iniettori nel petrolio bianco e collegarli a un cavo a doppia polarità. Dando delle scosse elettriche alternate si libera il passaggio del gas. Quando il rumore dato dalla scarica elettrica cambia significa che il condotto non è più ostruito. Si lavano le guarnizioni nel petrolio bianco, si asciugano gli iniettori con aria e si rimontano le parti in plastica.

Quanto costa pulire gli iniettori GPL in Officina?

Considerato che il ciclo di vita degli iniettori e normalmente molto superiore rispetto al periodo di garanzia dell’iniettore medesimo, è probabile che sia necessario dover “mettere mano al portafoglio” e sostenere qualche costo extra per eventuali spese di revisione. Non preoccupatevi, le eventuali operazioni di revisione e messa a punto degli iniettori non saranno così elevate e, ad ogni modo, saranno già state precedentemente ammortizzate grazie alla riduzione dei costi di gestione, garantita dal GPL.

Quanto costa cambiare gli iniettori GPL?

Il costo del cambio degli iniettori GPL, invece, potrebbe essere leggermente superiore a quello della pulizia o a quello della revisione. La spesa dipenderà dalla tipologia e dal numero di iniettori presenti sull’auto che necessitano essere sostituiti, ed ovviamente anche dal modello di iniettore da sostituire. Ogni impianto può infatti essere dotato di iniettori di diversa concezione tecnologica, con qualità e prestazioni differenti.

Il cambio degli iniettori GPL è un’operazione che richiede competenza e attrezzatura specifica quindi è necessario rivolgersi a un’officina specializzata nel settore del GPL. Inoltre è importante scegliere degli iniettori GPL di qualità, originali e compatibili con il sistema installato sul veicolo.

Menu

QR code

Share

Create a free account to use wishlists.

Sign in